bann blunet gen17 728 90

CHI E' ROBERTO GENTILE

rgentile-bn.jpg

L'EDITORIALE DI...

      bann_eminds160-124.gif



T.O. DEL MESE

BOTTA & RISPOSTA

IPSE DIXIT

burgio-gabriele.jpgalpitour-lingotto-sede.jpg Con 3 settimane di ritardo rispetto al previsto il 20 aprile 2012 Exor, con l’abituale scarno comunicato pubblicato sul sito www.exor.com, conferma l’avvenuta cessione di Alpitour SpA. a Seagull SpA, la società veicolo controllata dai due fondi chiusi di private equity facenti capo a Wise SGR, J. Hirsch & Co. e altri soci finanziari. Confermato il valore della transazione, pari 225 milioni di euro, di cui 15 milioni a titolo di prezzo differito, che maturerà interessi. Contestualmente alla cessione, Exor acquista per 10 milioni di euro una quota pari a circa il 10% del capitale di Seagull SpA, impegnandosi peraltro a rilevare dal Gruppo Alpitour un’unità immobiliare ad uso alberghiero per un corrispettivo di € 26 milioni (l’Arenella Resort di Siracusa). La transazione determina una plusvalenza per Exor di circa 140 milioni, iscritta a bilancio 2012, e segna formalmente la fine dell’avventura della famiglia Agnelli nel turismo. Avventura iniziata vent’anni fa, nel 1992, con l’acquisizione da parte di IFIL (progenitrice di Exor) di una partecipazione nel t.o. allora guidato da Guglielmo Isoardi, figlio del fondatore (nel 1947) Lorenzo Isoardi, proseguita con l’acquisizione di Francorosso e completata nel 2011 con il controllo totale del t.o. Al vertice della “nuova” Alpitour con sede al Lingotto (in foto) si è insediato il manager toscano Gabriele Burgio, noto per la sua lunga permanenza al vertice (14 anni, sino al 2011), come presidente e a.d., della catena alberghiera spagnola NH Hoteles. A Burgio, che succede a Daniel J. Winteler e Fabrizio Prete che avevano lasciato a gennaio 2012, il compito di tracciare le non facili future strategie del leader sempre più solitario...) delle vacanze in Italia.